Solitamente quando si parla di telegrafia veloce si dice subito “QRQ”. Ma QRQ non significa assolutamente quello che vogliamo intendere e qui debbo spezzare una lancia a favore di quanti in passato hanno espresso questo concetto. A volte il codice Q è stato usato impropriamente e ancora si continua su questa strada. I Radioamatori utilizzano un sottoinsieme del codiceQ, visto che non sono interessati alle voci create appositamente per la navigazione civile, per i telegrammi commerciali ecc. Ogni sigla ha un diverso significato se utilizzata da sola (senso affermativo) o seguita da un punto interrogativo (senso interrogativo). 

Infatti, per rimanere su questo tema, se guardiamo questo codice vediamo che  quando dice QRQ intende  aumentare la velocità e tutti sappiamo trattarsi di velocità commerciale quindi di parametri stabiliti tassativamente da norme internazionali.  I segnali del codice Q venivano impiegati come domanda e come risposta, Avviso o Ordine. Per ciò  che riguarda noi Radioamatori, non essendo militari, possiamo omettere il termine Ordine in quanto non siamo   comandati da nessuno a stare in radio se non dal nostro buon senso e dalla buona educazione. 

Quando le Stazioni Costiere o altri Organismi trasmettevano un messaggio, poteva succedere che la stazione ricevente chiedeva QRQ (trasmetti più in fretta) o la stazione trasmittente  chiedeva lastessa cosa ma interrogativamente. Quindi, se dopo la voce del codice Q veniva messo “?”, il significato cambiava e da affermazione diventava interrogazione.  La stessa cosa vale anche per  “QRS”. Tralasciamo in questa sede del  cattivo uso che viene fatto del codice Q. Dalle norme di allora, quindi, QRQ non c’entra niente con la velocità come la  tendiamo noi.  Se ci dedichiamo, allora,  alla velocità,  parleremo correttamente di TAV, Telegrafia Alta Velocità.

 

Attualmente gli RT che si dedicano alla TAV, da noi in Italia, non sono molti.


Solitamente tanti si fermano a 20-25 wpm ma non per incapacità. Credo che i motivi siano diversi. Assenza di ambizione a voler migliorare, mancanza di tempo libero che poi si rivela più teorico che pratico, poco interesse per l’alta velocità, non essere disposti ad impegnare risorse di tempo libero. Infine mancanza di informazione su come procedere, i sistemi di allenamento e la mancanza di un  partner per esercitarsi.

Il mio parere è che  queste motivazioni possono essere  facilmente aggirabili iniziando ad accantonare, per un certo periodo di tempo, tasti verticali, semiautomatici e sideswiper, privilegiando l’uso del paddle e del tasto  HST studiato appositamente per le alte velocità.

 

 

Ma chi sono attualmente i velocisti? Vediamone alcuni.

 

Salvatore IK1OJM
Salvatore IK1OJM

 

 

Salvatore IK1OJM, credo che la sua velocità di trasmissione si attesti intorno ai 90 wpm o forse più. Non fa uso di tasto HST ma di paddle. Utilizza  settaggi del keyer estremi proprio per aumentare la velocità. La sera in 80 metri molti sono in ascolto cercando di seguire il più possibile e al termine immagino ci siano anche gli applausi. Spesso lo contattano per complimentarsi. 

 

 

 

 


 

Tony  I0GOJ
Tony I0GOJ

 

 

 

Tony I0GOJ, velocista da sempre, utilizza il tasto HST raggiungendo velocità  intorno ai 60wpm. In possesso degli attestati HSC – VHSC – SHSC - EHSC.


 

 

 

 

 

 

 

 

 


Fabio  IK0IXI
Fabio IK0IXI

 

 

 

Fabio IK0IXI, anche lui convertito alla velocità. Per anni ha usato il verticale, poi ha deciso di vedere dove poteva arrivare, si è allenato con i “grandi” e nel giro di un anno ha conseguito  HSC - VHSC -  SHSC  - EHSC.

E' anche membro INORC e FOC.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Carlo  IK0YGJ
Carlo IK0YGJ

 

 

Carlo IK0YGI, un grande della velocità, si trova ai massimi livelli.  Sicuramente non ha problemi per migliorare le sue performances, è uno studioso delle tecniche di apprendimento e del funzionamento neurologico del cervello. Prezioso il suo lavoro pubblicato nel  libro  “Lo Zen e l’Arte della Telegrafia”. Naturalmente  FOC – HSC  – VHSC  – SHSC - EHSC. 

 

 

 

 

AQlberto I!QOD
AQlberto I!QOD

 

Alberto  I1QOD  costruisce artigianalmente i tasti telegrafici in sommo grado  e riesce  a  mandarli veloci in modo incredibile. E’ un velocista di livello altissimo. DXCC  HONOR ROLL –  HSC -  VHSC – EHSC - SHSC.

 

 

 

Ugo  I8SOU
Ugo I8SOU

 

 

Ugo I8SOU , velocista a tutto tondo,  è un talento naturale, si adatta a qualsiasi tipo di tasto con una destrezza sconcertante ,  la sua trasmissione , anche in velocità,  è morbida e scorrevole. Socio    HSC – VHSC – EHSC -  SHSC.

 

 

 

 

 

 

 


SALVATORE   I8CEE
SALVATORE I8CEE


Salvatore I8CEE, un vero talento naturale.   

Fa parte di un ristretto manipolo di velocisti.

Ha una telegrafia velocissima e fluida, si intuisce che non è ragionata, che gli viene dal cuore.

 

E' possibile collegarlo il pomeriggio in 40 metri e la sera in 80.  

 

 

 

 

 


Eliseo  IK6BAK
Eliseo IK6BAK

 

 

 

Eliseo IK6BAK si inserisce di diritto nella rosa dei velocisti, è iscritto ai seguenti Club:

INORC - COTA - HSC - VHSC - SHSC. - FOC

 

 

 

 

 

 


Giorgio  I6MAT
Giorgio I6MAT


 

 

Giorgio I6MAT, Radioamatore da tantissimi anni,  oltre ad essere un cultore dell'Arte della Telegrafia ha anche operato in RTTY, quando ancora il computer non faceva parte dell'equipaggiamento radioamatoriale, usando  le vecchie macchine dei primi anni 80 come la gloriosa TG7 e la non meno conosciuta Olivetti T2CN. Ma la sua attività primaria, credo esclusiva, è la Telegrafia. Giorgio è Socio INORC ed è in possesso dei Certificati  HSC e  VHSC. E' sicuramente un velocista.

 

 

 

 

 

 

 


Maurizio  IZ4AGI
Maurizio IZ4AGI

 

 

Maurizio IZ4AGI  opera in cw dal 1994. Si dedica attivamente all’alta velocità .  Ha conseguito il certificato di HSC – VHSC – SHSC - EHSC.

E' socio INORC.

 

 

 

 

 

 


Patrizio  IK5TSZ
Patrizio IK5TSZ

 

 

Ho collegato Patrizio IK5TSZ molte volte nel corso degli anni e inizialmente, conoscendoci  poco, ci siamo mantenuti su velocità "commerciale". Poi nei collegamenti successivi la velocità è aumentata senza che ce ne accorgessimo. A fine Giugno 2010 ci siamo ricollegati e francamente debbo dire che Patrizio sfoggia una grande velocità che non sospettavo, sono rimasto piacevolmente sorpreso. Non so se è in possesso dei vari HSC ecc. ma, a parte questo, si inserisce a buon diritto fra la ristretta cerchia dei velocisti. E' socio INORC e questo la dice lunga. 

 

 

 

 

 

 

 

 


Paolo  I1DMP
Paolo I1DMP

  

Paolo I1DMP, da sempre interessato al Morse, attualmente si dedica alla TAV. E' figlio d'arte. Ha imparato, prima di aver compiuto i dieci anni, i rudimenti della Telegrafia dal padre che era stato RT a bordo del Regio Sommergibile Malachite.
Paolo è stato professionista RT in qualità di  Sottoufficiale nell'Arma dell’Esercito Italiano , ruolo Trasmissioni, ed è diventato Radioamatore nel 1966. Ha la passione per lo studio dei fenomeni ionosferici per i 144 MHZ, gamma che si presta benissimo a questo scopo. Nel 2005 ha lasciato "carta e matita" a causa di "cattive frequentazioni" ( leggi IK1OJM, HI! ) ed è approdato alla TAV.
Attualmente si allena per raggiungere i 90 wpm in trasmissione in modo stabile usando unicamente il tasto paddle magnetic made  IK1OJM e il keyer TA51 di IK1WJQ.

 

 

 

 


Luca  IZ7GEG
Luca IZ7GEG

 

 

Luca IZ7GEG,  classe   1973  di  Brindisi,   RT di mestiere,  Ufficiale  radio  nel 1990 in W / T   scuola di Brindisi   - Sud Italia. Nella foto Luca è su  Nave passeggeri   'AUSONIA' c / s IBAX  durante uno dei suoi due   periodi di tirocinio in mare. Con  l’avvento del GMDSS  terminò  il suo lavoro sulle navi. Come tanti altri i RT  professionisti  attualmente adopera il tasto sulle bande radioamatoriali. Stranamente è un velocista.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Giuseppe  IK6IHM
Giuseppe IK6IHM

 

 

 

Ho collegato Giuseppe IK6IHM  diverse volte, non ho molte notizie dei suoi trascorsi come RT, ma sicuramente, da quello che ho potuto ascoltare nei nostri qso è sicuramente un velocista.

Giuseppe dopo molti anni di DX approdò in 40 e 80 metri dove conobbe Ugo I8SOU che per quattro anni è stato il suo maestro portandolo ad un discreto livello di preparazione. Ancora adesso con Ugo fa qso quasi quotidiani e si allena giornalmente circa tre ore sistematicamente. Usa principalmente il dual paddle di IK1OJM pur avendone altri e non disdegna il sideswiper che usa da circa un mese. Quindi tanta passione e dedizione. In possesso della Cintura Nera 1°DAN  (presumo di Karate), poi ha dovuto fermarsi per mancanza di Scuole adeguate.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Massimo IK0ZTB è Radioamatore dal 1995, prima con il nominativo  IW0FGF e dopo  l’esame di CW

con  il call IK0ZTB.  Con questo esame inizia la sua passione per la telegrafia che attualmente  è il suo modo principale di trasmissione. Dal 2004 fa parte del Club   INORC. L’altra sua passione è l'elettronica, eccellente tecnico che  predilige lavorare con circuiti RF e microcontrollori.

Non predilige particolarmente la TAV in quanto non dispone di tempo sufficiente da dedicare a questo tipo di telegrafia  essendo molto impegnato per gran parte della giornata con il suo lavoro e poi con la famiglia. La sua velocità si attesta

tra i 45 ed i 50wpm, senz'altro un velocista.

 

 

 

 

 

 


SIMONE  IS0AFM
SIMONE IS0AFM

 

 

Simone  IS0AFM, di Cagliari  classe 1976, è radioamatore dal 2006 e dal 2008 opera solo in CW. Partecipa attivamente alla maggior  parte dei contest  unicamente col tasto, nessun computer, presente anche in APRS sia dalla macchina che dalla moto. Il suo tempo libero lo dedica alla radio e ad alla fotografia. In poco meno di un anno (09/2010 – 06/2011) è diventato membro HSC, VHSC, SHSC, EHSC. Inoltre socio di: CWops, SKcc, Marconista, FOC.

 

Attualmente usa come tasto preferito un dual paddle della SCHEUNEMANN (ex SHURR) ma lo si può trovare in qso con tasti semiautomatici della Vibroplex  come il Blue Racer 2000, Original De luxe e Champion, tasti che, come lui dice, gli trasmettono emozioni uniche nel contesto compositivo del morse inteso in senso puramente melodico e musicale.

Predilige e pratica la TAV  ed il qso in Rag Chew, usa un keyer della Logikey K5. Grazie agli “sproni“ del buon Sal IK1OJM ora si allena per superare il muro dei 60 wpm facendo quotidianamente qso a 60 WPM in 40 metri intorno ai 7.027 con partner come Rudy IK4VFD, del quale condivide idee e pensieri in merito a certi pezzi da 90 del cw nostrano, facendo riferimento a Ugo I8SOU e Claudio IK0XCB al quale deve molteplici preziosi suggerimenti e consigli sull’utilizzo e regolazione dei tasti semiautomatici e non solo. Lavora presso un negozio di abbigliamento sportivo, è Vigile del Fuoco discontinuo dal 2004 e dal 1999 svolge pure il ruolo di autista soccorritore 118 presso alcune associazione di volontariato della sua città.

 

 

 

 

 

 

 

GIANFRANCO  I1XSG
GIANFRANCO I1XSG

 

Gianfranco I1XSG, classe 1950, da sempre operatore CW, opera con tasto  verticale, semiautomatico ed automatico.
Si dedica alla TAV da circa sei anni con divertimento e soddisfazione.
Ha iniziato la pratica della TAV con due anni di solo ascolto ed attualmente si è attestato a 80 wpm.
Ha iniziato a trasmettere prima con etm8, poi con HST Begali e due anni dopo transita al magnetico di IK1OJM ricevendone ottime soddisfazioni.

 
Dietro la spinta psicologica di Salvatore IK1OJM e di Paolo I1DMP, attualmente, anno 2012, si allena a 80 wpm ricercando ritmo e precisone.